TIPI E GRADI DI FIBROMIALGIA

  1. Tipi e gradi di fibromialgia

La fibromialgia è una malattia grave diagnosticata principalmente in pazienti di età compresa tra 45 e 50 anni, con le donne che rappresentano il gruppo demografico più colpito.

In post precedenti abbiamo spiegato che la fibromialgia è una condizione difficile da diagnosticare. Tuttavia, in questo articolo proveremo a spiegare quali sono i  tipi e i gradi di fibromialgia .

Fibromialgia di tipo primario

Riteniamo che un paziente soffra di fibromialgia di tipo primario quando presenta  dolore muscolo-scheletrico generale e presenta molti  punti dolenti

 , senza essere in grado di rilevare prove scientifiche di un’altra malattia con sintomi corrispondenti.

Fibromialgia di tipo compagno

Accade spesso che i sintomi della fibromialgia possano essere spiegati solo parzialmente, poiché  è possibile che un paziente soffra di un’altra malattia come  l’osteoartrite, dove il dolore localizzato potrebbe essere spiegato come un sintomo, ma non un dolore diffuso.

Tipo secondario di fibromialgia

Parleremmo di fibromialgia secondaria nel caso in cui si manifesti  come conseguenza di una malattia reumatica, immunologica o infettiva .

Successivamente, discuteremo i  gradi di fibromialgia  che possono verificarsi:

Grado 1

È il grado più lieve di fibromialgia, cioè quello con il  minor impatto sulla vita . All’interno della scala di valutazione clinica, i voti sono inferiori al 50% e quasi nessun cambiamento significativo viene rilevato sul lavoro.

Una persona con fibromialgia di grado 1 sperimenta sintomi occasionali mentre svolge le proprie attività quotidiane. I suoi limiti si verificano solo sporadicamente, in particolare quando si fanno sforzi fisici o mentali intensi. In genere puoi condurre una vita normale, apportando alcuni cambiamenti nella routine quotidiana come ammorbidire le attività più pesanti.

Grado 2

La fibromialgia di grado 2 ha un  impatto moderato  sulla vita dei pazienti. Sulla scala di valutazione clinica, i punteggi vanno dal 50% al 75%. Ciò significa che le persone colpite subiscono una parziale perdita di attività, poiché la malattia interferisce con il loro lavoro quotidiano.

A volte la stanchezza tende a persistere ed essere più intensa. Per contrastare il disagio è necessario ridurre le attività lavorative, domestiche e anche personali. A volte devi interrompere temporaneamente le attività, cambiare postura e ridurre l’orario di lavoro. Generalmente, tutte le attività del paziente vengono dimezzate e per attività più intense è necessario un aiuto.

Grado 3

La fibromialgia di grado 3 è gravemente  pericolosa per la vita . I punteggi sulla scala di valutazione clinica aumentano fino al 75%, il che implica un’interferenza significativa con le attività quotidiane. È molto probabile che sia necessario un congedo medico dal lavoro.

I pazienti con fibromialgia di grado 3 soffrono di affaticamento acuto che impedisce loro di svolgere compiti continui o faticosi. Sono coinvolti in tutte le loro aree vitali, che si tratti di lavoro, famiglia o sociale. Inoltre, non possono svolgere regolarmente lavori per più di mezz’ora e la loro autonomia è ridotta dell’80%.

Grado 4

La fibromialgia di grado 4 comporta  estrema stanchezza . Questo può portare alla dipendenza da altre persone per le attività quotidiane e una temporanea perdita di autonomia. L’autonomia del paziente è ridotta al 100%, quindi hanno bisogno di essere a letto tutti i giorni. Di solito porta con sé periodi in cui la malattia peggiora, sebbene questa situazione non sia permanente.

47 thoughts on “TIPI E GRADI DI FIBROMIALGIA

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *