Punti dolenti della fibromialgia

La fibromialgia non è una condizione semplice da diagnosticare. Non ci sono test di laboratorio in grado di rilevarlo, quindi spetta al medico riconoscere i sintomi ed escludere altre condizioni.

Un modo in cui i medici cercano di restringere la diagnosi della fibromialgia è esercitare pressione su 18 punti dolenti della fibromialgia situati in tutto il corpo. Questi punti sono noti come punti dolenti.

La diagnosi viene solitamente raggiunta dopo aver escluso tutto il resto. Nel 1990, l’American College of Rheumatology (ACR) ha stabilito criteri diagnostici per la fibromialgia. È necessario disporre di questi per avere una diagnosi medica “ufficiale” di fibromialgia.

  • Dolore generalizzato della durata di almeno tre mesi
  • Dolore in tutti e quattro i quadranti del corpo, cioè sui lati sinistro e destro del corpo, sopra e sotto la vita, così come nel collo, nella parte anteriore o posteriore del torace e nella parte bassa della schiena
  • Dolore in 11 dei 18 punti di fibromialgia specificati come riportato sulla palpazione digitale (una tecnica che prevede la pressione su un sito sospetto fino a quando l’unghia è bianca) con almeno un punto in ciascun quadrante
  • Il dolore è definito in questo contesto come disagio quando vengono applicati otto libbre di pressione al punto trigger.

Se soffri di dolore diffuso per più di tre mesi e un professionista della salute rileva 11 o più punti di fibromialgia all’esame fisico, potresti essere diagnosticato con fibromialgia.

Questo è stato il caso dal 1990 al 2010. Da allora i criteri diagnostici per la fibromialgia sono cambiati. Tuttavia, gli esami del punto dolente della fibromialgia rimangono uno strumento diagnostico comune.

I punti dolenti sono aree del muscolo o di altri tessuti molli estremamente sensibili alla stimolazione della pressione. Di solito si trovano nelle aree in cui i muscoli si attaccano alle ossa o ai legamenti, ma non alle articolazioni stesse, e il dolore si irradia da loro.

Punti dolenti della fibromialgia
Punti dolenti della fibromialgia

Come diagnosticare i sintomi dei punti dolenti della fibromialgia?

Ci sono 18 punti trigger della fibromialgia in tutto il corpo, ciascuno delle dimensioni di un centesimo. I punti dolenti della fibromialgia si trovano in gruppi intorno al collo, al petto, alle spalle, ai gomiti, ai fianchi e alle ginocchia. Si trovano su entrambi i lati del corpo, sia sopra che sotto la vita.

Affinché un punto sia considerato sensibile, il punto deve produrre dolore locale quando il medico preme con il dito. Il medico spingerà con una pressione sufficiente in modo che l’unghia diventi bianca. Un punto che risulta positivo per la tenerezza sarà doloroso solo nel punto esatto in cui il medico preme.

Una delle caratteristiche distintive della fibromialgia è che il dolore generalmente fluttua. Può andare e venire, muoversi o variare notevolmente di intensità da un giorno all’altro. Il giorno in cui chiami il tuo medico per fissare un appuntamento, potresti avere tenerezza in tutti i 18 punti di gara. Il giorno dell’appuntamento stesso, potresti provare dolore solo in quattro di loro. Nel corso degli anni, molte persone con fibromialgia non sono state diagnosticate perché non avevano sensazioni in 11 punti al momento dell’esame fisico.

Un test del punto dolente rimane una guida utile per i medici. Ma l’espansione dei criteri diagnostici ha aiutato più persone a ottenere la diagnosi corretta. Una volta che ti viene diagnosticata la fibromialgia, sarai in grado di capire la causa del tuo dolore. Puoi quindi lavorare con il tuo medico per migliorare i tuoi sintomi.

Mappa dei punti trigger della fibromialgia

Le nove coppie di punti dolenti della fibromialgia si trovano nelle seguenti aree:

  1. Il lato sinistro o destro della parte posteriore del collo appena sotto l’attaccatura dei capelli
  2. Il lato sinistro o destro della parte anteriore del collo sopra la clavicola tra le vertebre C5 e C7
  3. Il lato sinistro o destro del torace, appena sotto la clavicola (sulla seconda costola)
  4. Il lato sinistro o destro della parte superiore della schiena dove il collo e la spalla si incontrano al muscolo trapezio
  5. Il lato sinistro o destro della colonna vertebrale nella parte superiore della schiena tra le scapole
  6. Il braccio interno o sinistro o destro appena sotto la curva del gomito
  7. Il lato sinistro o destro della parte bassa della schiena appena sotto la vita
  8. Il lato sinistro o destro dei glutei sotto le ossa dell’anca
  9. Il cuscinetto adiposo sulla rotula sinistra o destra

Secondo Daniel J. Wallace, MD, “I punti dolenti possono verificarsi quasi ovunque sul corpo, i criteri ACR rappresentano semplicemente i 18 punti più comuni”.

Le biopsie e la tecnologia di scansione elettromagnetica mostrano che la produzione di energia è notevolmente diminuita in queste aree, ma nessuno sa perché.

Alcuni medici non sono d’accordo con le misurazioni dei punti di fibromialgia. Li considerano arbitrari poiché le soglie del dolore variano da persona a persona e di giorno in giorno.

Suggerimenti per affrontare i punti dolenti della fibromialgia

Le persone con fibromialgia sono generalmente più interessate ai dolori di tutto il corpo e alla tenerezza generale rispetto a punti di dolore specifici. Se hai la fibromialgia, probabilmente pensi di più ai sintomi che interferiscono con la tua vita quotidiana. Questi possono includere:

  • Rigidità mattutina
  • Difficoltà a muoversi
  • Dolore durante le strette di mano e gli abbracci
  • Nodi dolorosi nei muscoli

I nodi dolorosi nei muscoli sono spesso punti trigger miofasciali. I punti trigger sono urti duri e nodosi che si formano sui muscoli scheletrici tesi. A differenza dei punti di fibromialgia, che producono solo dolore localizzato, i punti trigger producono dolore sia localizzato che riferito.

Il dolore riferito si sente come se si diffondesse o si irradiasse in una parte diversa del tuo corpo. I punti trigger sono molto più comuni nelle persone con fibromialgia rispetto alla popolazione generale. Tuttavia, chiunque può svilupparli.

Esiste una condizione di dolore cronico generalizzato chiamata sindrome del dolore miofasciale. Coinvolge il dolore cronico nel punto trigger. La sindrome del dolore miofasciale può coesistere con la fibromialgia. Uno studio su The Journal of Pain, la rivista ufficiale dell’American Pain Society, ha scoperto che la maggior parte dei punti dolenti della fibromialgia sono anche punti trigger miofasciali.

Inoltre, uno studio pubblicato sulla rivista Pain ha scoperto che gran parte del dolore al collo e alle spalle sperimentato dalle persone con fibromialgia è causato da punti trigger, non da punti dolenti. Questa è una buona notizia, perché ci sono diversi trattamenti per il dolore dei punti trigger che puoi iniziare subito.

Iniezioni nei punti di fibromialgia

Le iniezioni del punto trigger possono disattivare un punto trigger doloroso, fornendo sollievo dal dolore in alcune aree. Le iniezioni del punto trigger devono essere somministrate da uno specialista del dolore addestrato con attrezzature specializzate. Le iniezioni possono contenere soluzione salina, steroidi o un anestetico locale come la lidocaina.

Chiedete al vostro medico se somministrano iniezioni di punti trigger o se conoscono un altro medico che lo fa.

Trattamento di agopuntura per la fibromialgia

Ci sono molte somiglianze tra i punti dolenti della fibromialgia, i punti trigger miofasciali e i punti di agopuntura. L’agopuntura, l’antica pratica cinese di inserire gli aghi in punti specifici del corpo, è stata utilizzata per alleviare il dolore per migliaia di anni.

Se non hai ancora provato l’  agopuntura per la fibromialgia , può essere un’ottima opzione di trattamento. La maggior parte delle cliniche di agopuntura può sistemarti rapidamente per un appuntamento. Puoi consultare l’elenco degli agopuntori Acufinder per trovare un professionista tradizionale nella tua zona.

Massaggio alla fibromialgia

Uno studio sul Journal of Manipulative and Physiological Therapeutics ha suggerito che due tipi di massoterapia aiutano in modo significativo le donne con fibromialgia.

  1. La terapia di drenaggio linfatico manuale è una tecnica di massaggio che aspira il fluido lontano dalle aree in cui i vasi linfatici sono bloccati o danneggiati.
  2. Il massaggio del tessuto connettivo è una tecnica di massaggio intensa che si concentra sulla manipolazione del tessuto miofasciale.

I ricercatori suggeriscono che entrambe le tecniche riducono il dolore, migliorano la qualità della vita e aumentano le soglie del dolore.

Non tutti i massaggi sono uguali, quindi non aspettarti i migliori risultati dalla tua spa locale. Potresti iniziare chiedendo consigli agli amici, al tuo medico di famiglia o al tuo specialista della fibromialgia.

One thought on “Punti dolenti della fibromialgia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *