La vita con la fibromialgia è una vera prova, un inferno

Articolo che raccoglie le notizie del malato di 
fibromialgia,  visionate da uno specialista che ne coordina uno dei 

unità di fibromialgia esistenti in Spagna, e forse quella è la 

che il maggior numero di pazienti affetti tratta in quel Paese Antonio Collado: “La vita con la fibromialgia è un vero calvario, un inferno”

–Come vivi con la fibromialgia? – La vita è molto pesante, per molti pazienti un vero calvario, un inferno. Di tutte le malattie, questa è quella che produce più dolore. Ma siamo avanzati. Qualche anno fa non solo non era noto, ma non era riconosciuto.
“Perché è un Calvario?” -La fibromialgia non solo provoca molto dolore e stanchezza, in una percentuale significativa di casi (un terzo) riduce anche la qualità della vita. Il calvario è dovuto anche al fatto che non esiste un trattamento facile, il sistema sanitario non è ancora preparato .

– Qual è la più grande rassegnazione che dovrebbero fare le persone colpite? -Questi pazienti chiedono molto a se stessi e sono molto coinvolti nel loro lavoro, impiegano più tempo per chiedere un congedo per malattia di qualsiasi paziente con lombalgia, e quando lo chiedono è perché non sopportano più il dolore.
– Cosa dovrebbe essere fatto?

– Gli accordi sindacali dovrebbero mettere in atto meccanismi di adattamento per riconoscere le disabilità parziali Ora la legge funziona completamente o niente, sei completamente disabile o niente.

– Siamo malati di cariche pubbliche, come la socialista Manuela de Madre, aiutano le persone a prendere coscienza della malattia? – È stato molto importante per Manuela de Madre spiegare la sua situazione e mettere in luce una realtà, perché ci sono stati molti atteggiamenti di esclusione e minimizzazione del problema.
Afferma continuamente che sta combattendo la malattia anche se rappresenta un costo molto alto, avendo dovuto rinunciare ad alcune cose e adattarsi ad altre.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *