I pazienti con lupus e fibromialgia hanno una scarsa qualità fisica della vita. Post importante!

La fibromialgia contribuisce a una peggiore qualità della vita correlata alla funzione fisica nei pazienti con malattie del tessuto connettivo. I pazienti con queste malattie lo percepivano 

sia la loro salute fisica che quella mentale sono inferiori, in 

confronto con l’apprezzamento della popolazione 

generalmente.
Le malattie del tessuto connettivo sono autoimmuni, 

il corpo danneggia i propri tessuti, provocando lesioni 

degli organi principali.

Le malattie autoimmuni croniche sono spesso accompagnate da fibromialgia, un disturbo caratterizzato da dolore cronico diffuso. Lo studio ha seguito 46 pazienti con malattie del 

tessuto connettivo, di cui anche 16 

fibromialgia.

I partecipanti hanno compilato il questionario dell’indagine sanitaria, Short Form, all’inizio dello studio, un anno dopo e due anni dopo. 

punteggi connettivi segnati più bassi nel 

riepilogo dei componenti fisici, relativi a 

benessere fisico e sintesi della componente mentale, –

legati al benessere mentale – che la popolazione 

generale, sia all’inizio che alla fine dello studio.

Mentre circa un terzo dei pazienti con 

i pazienti con malattie del tessuto connettivo sono migliorati 

i loro punteggi durante lo studio, solo il 26% 

raggiunto livelli superiori alla media osservata in 

la popolazione generale.
È stato riscontrato che la fibromialgia ha un impatto negativo, 

indicando una peggiore percezione del benessere fisico, tra 

pazienti  con malattie del tessuto connettivo e  fibromialgia, rispetto a quelli senza  fibromialgia .

Avere fibromialgia non sembra influenzare i punteggi del benessere mentale nei pazienti con malattie del tessuto connettivo.
“Abbiamo sottolineato che i pazienti con malattie del 

il tessuto connettivo percepisce una peggiore qualità della vita, fisica e 

salute mentale rispetto alla popolazione generale e che è rimasta stabile 

nella maggior parte dei pazienti per un periodo di 

follow-up di due anni “, ha concluso il team.

“La fibromialgia è uno dei principali contributori 

la peggiore qualità della vita fisica, mentre non lo è 

non ha identificato fattori che influenzano il componente 

mentale “, hanno aggiunto.
“Un miglioramento della qualità della vita potrebbe essere osservato in meno della metà dei pazienti (con malattie del tessuto connettivo), durante un follow-up di due anni”. Gli autori hanno detto che sono necessari ulteriori studi. 

completo per identificare i fattori che influenzano il 

qualità della vita e definire il ruolo dei trattamenti 

farmacologico per questi pazienti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *