Fibromialgia Ti vengono le vertigini, ti senti come se stessi per svenire e vedere tutto nero?

Squilibrio:
colpisce i muscoli scheletrici e il rilevamento degli occhi.  Quando si guida un’auto, si legge un libro o si seguono oggetti con la vista, si possono provare nausea o “confusione visiva” . (Le  macchie tenere sul collo  possono anche causare uno squilibrio).

Al Johns Hopkins Medical Center è stato dimostrato che alcuni pazienti con  FIBROMIALGIA  presentano una condizione nota come  “ipotensione di origine neurologica”  che provoca, alzandosi in piedi, un  calo  della pressione sanguigna e della frequenza cardiaca,  producendo vertigini, nausea e difficoltà a pensare chiaramente. Ipotensione ortostatica (bassa pressione)
Le cause dell’ipotensione ortostatica sono molteplici. 
In generale, potrebbero essere classificati come  neurogenici  e non neurogeni. 

Queste sono, riassumendo: Cause neurogene,  (del sistema nervoso centrale): Primarie: • Alterazioni vegetative nella malattia di Parkinson • Malfunzionamento del  sistema nervoso autonomo • Insufficienza autonomica pura o atrofia multisistemica: l’atrofia multisistemica (MSA) è una rara una condizione che causa sintomi simili alla  malattia di Parkinson . Tuttavia, i pazienti con questa malattia hanno un danno più diffuso alla parte del sistema nervoso che controlla funzioni importanti, come la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e la sudorazione.

Secondaria: • Sincope: è la forma più comune di svenimento • Disturbo periferico: diabete, alcolismo cronico, altre neuropatie • Disturbi centrali: tumori, degenerazione senile.
Disturbi spinali.  (punti dolenti nel collo)
Quando un adulto sano si alza da una posizione supina (sdraiata) a una posizione eretta, circa 500-700 ml di sangue si accumulano nella circolazione venosa degli arti inferiori, nonché nella circolazione di Questa riduzione del volume sanguigno  produce una drastica diminuzione del ritorno venoso al cuore e una diminuzione della sua efficienza.
Questo produce una reazione neurologica, cardiovascolare e anche muscolare generalizzata per mantenere la pressione sanguigna entro i limiti necessari per assicurare almeno  la circolazione cerebrale.


Soluzioni: l’
educazione del paziente con una bassa pressione ortostatica è della massima importanza. Oltre a una chiara spiegazione della natura dei tuoi sintomi, le misure generali da applicare possono essere classificate in quattro gruppi:  evitare attività o abitudini che possono far precipitare o aggravare una bassa pressione posturale;Il paziente deve imparare a scomporre il movimento di alzarsi dal letto in due movimenti,  sdraiato-seduto e seduto-in piedi , facendo  passare diversi minuti tra una postura e l’altra.  Lo stesso vale quando ci si  inginocchia o si accovaccia, alzandosi lentamente e gradualmente.  Inoltre,  evitare di  stare fermi a lungo, sforzi fisici intensi, esercizi isometrici (aumenta la forza muscolare), l’esposizione ad ambienti caldi e umidi e pasti abbondanti. Camminare e nuotare sono misure terapeutiche consigliate, sempre che sono praticati in un grado leggero e secondo la tolleranza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *