Fibromialgia e sindrome da stanchezza cronica, sofferenze incomprese

sindrome da stanchezza cronica, sofferenze incomprese

Fibromialgia e sindrome da stanchezza cronica, sofferenze incomprese

Ci sono disturbi che non si manifestano con una radiografia o un esame del sangue e che esistono ancora. La fibromialgia e la sindrome da stanchezza cronica sono due malattie poco discusse e studiate, e che nonostante siano davvero dolorose, diventano invisibili alla società.

La fibromialgia è una malattia caratterizzata da  dolore muscoloscheletrico generalizzato di causa sconosciuta. Questo dolore è accompagnato da una  sensazione di affaticamento , seguito da problemi di  sonno, digestione o memoria e influisce sull’umore e sulla frequenza cardiaca.

Da parte sua, la sindrome da stanchezza cronica è di origine infiammatoria e in molti casi si sospetta addirittura un trigger virale, come Epstein-Barr, citomegalovirus o herpesvirus di tipo 6, come indicato dall’Unità di Affaticamento Cronico dell’Ospedale Clinica di Barcellona.

Quindi entrambi i disturbi sarebbero correlati tra loro, tra il 50 e il 70% dei pazienti con fibromialgia lo manifestano.

Il dolore si manifesta con grande intensità perché c’è una  iperattivazione di alcuni recettori nel midollo spinale in  grado di provocare questa sofferenza generalizzata in quasi tutto il corpo. I ricercatori ritengono che la fibromialgia amplifichi le sensazioni di dolore influenzando il modo in cui il cervello elabora i segnali del dolore.


Le donne sono più inclini alla fibromialgia rispetto agli uomini.

Per la somiglianza con altri disturbi, non si parla di malattia cronica ma, in molti casi, si cerca di convincerli che questa sofferenza è il risultato di un disturbo psicosomatico o, ancor più, l’effetto di una vita stressante, quindi che un paziente può impiegare fino a cinque anni per ricevere una diagnosi accurata del soggetto.

Antonio Collado Cruz, presidente della Società spagnola di fibromialgia e sindrome da stanchezza cronica ( SEFIFAC ) indica che la fibromialgia colpisce il 2,4% della popolazione (più di 1 milione di persone), in particolare le donne.

Sebbene non esista una cura per la fibromialgia, esistono diversi farmaci che possono aiutare a controllare i sintomi come esercizio, rilassamento e misure di riduzione dello stress possono anche aiutare; Ma per questo sono necessari team multidisciplinari qualificati, oltre a dare maggiore visibilità e consapevolezza a questo tipo di malattie croniche. (S)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *