Fibromialgia e consapevolezza, aiutano ad alleviare i sintomi?

La consapevolezza aiuta chi soffre di fibromialgia? Esperti e pazienti affermano che non cura, ma mitiga alcuni sintomi, come il dolore. Scopri cosa dice la scienza sull’uso di questa tecnica di rilassamento nel tuo trattamento.

Fibromialgia e consapevolezza

La  fibromialgia  è una malattia che ancora non ha un trattamento farmacologico efficace. Di fronte a questa situazione, medici e pazienti hanno cercato altre alternative terapeutiche per cercare di rendere più sopportabili i sintomi di questa malattia reumatologica cronica: dolori muscolari o mialgia, stanchezza, insonnia, stress, alterazioni cognitive … Una di queste terapie è la  consapevolezza  (in spagnolo si tradurrebbe dalla consapevolezza), una tecnica di rilassamento e meditazione, che per alcuni può diventare uno stile di vita.

PUBBLICITÀ

La consapevolezza “si basa sul dirigere l’attenzione. Quando lasciamo che la mente lavori al suo libero arbitrio, riceviamo pensieri che accettiamo come se fossero certezze, ma sono prodotti della nostra mente, sono involontari, casuali e non coincidono con la realtà. Penso che se ho fatto qualcosa di sbagliato, le persone mi odieranno. È solo un pensiero. La consapevolezza ci insegna a non lasciarci trasportare da loro, a prendere coscienza di quello che sono e lasciarli passare “, spiega  Paloma Barjola , professore di Psicobiologia presso l’Università Rey Juan Carlos di Madrid, che sta attualmente facendo uno studio  sull’effetto della consapevolezza sui disturbi cognitivi della fibromialgia.

I pazienti con fibromialgia sono caratterizzati da una mente dispersa, e questa è una macchina dello stress

Ciò si ottiene con una formazione preventiva attraverso esperti, “esercizi di apprendimento e pratica che dirigono la nostra attenzione su dove siamo interessati, nel momento presente, ancorati a sensazioni corporee. Fissiamo la nostra attenzione sulle sensazioni. Quando si raggiunge questo livello, questi pensieri non ci fanno soffrire tanto e le  nostre emozioni negative si riducono . Non siamo così attaccati a ciò che dovremmo fare o a ciò che ci preoccupa, ma a ciò che accade nel presente. Questo ci permette di concentrarci meglio e di avere emozioni più neutre o addirittura positive ”, aggiunge il professore di Psicobiologia.

Ma la consapevolezza aiuta davvero le persone con fibromialgia? Sulla base dell’esperienza di esperti e pazienti, sì. E cosa dice la scienza? Gli studi suggeriscono anche buoni risultati, ma non si concentrano su grandi popolazioni e molti sottolineano che i benefici della consapevolezza vengono mantenuti solo se la persona pratica quotidianamente questa tecnica di rilassamento e meditazione. Il National Center for Complementary and Alternative Therapies, parte del Dipartimento della Salute del governo degli Stati Uniti, osserva che la formazione nelle tecniche di meditazione, inclusa la consapevolezza, è  efficace nel trattamento del dolore cronico , della depressione, insonnia, ansia e altre patologie associate a questo problema.

Sindrome fibromialgica: sintomi e origine

La fibromialgia è una  malattia cronica  molto diffusa “che colpisce tra il 3 e il 4% della popolazione. L’85-90% sono giovani donne, tra i 30 ei 50 anni, che riferiscono dolore cronico generalizzato, e altri sintomi come stress, problemi di sonno, problemi di memoria, concentrazione … È una sindrome. È molto più che dolore ”, spiega il dott. José María Gómez, neurologo e coordinatore dell’Unità di Fibromialgia dell’Ospedale Universitario Quirónsalud di Madrid.

“I pazienti sono quasi sempre  donne  – anche se sempre più uomini vengono diagnosticati – che hanno una soglia del dolore bassa, con maggiore sensibilità a qualsiasi stimolo. “Agenti esterni che nelle persone non malate si manifesterebbero con un dolore debole, in questi pazienti c’è un’espressione esagerata. Inoltre, i sintomi si verificano in tutti gli organi e sistemi. Sono pazienti che passano attraverso tutte le specialità e questo rende difficile la loro gestione “, afferma il dottor Vicente Palop, capo della consultazione sulla fibromialgia presso l’Hospital de Dénia (Alicante) e autore della Guida alla  fibromialgia  del Dipartimento di Sanità della Comunità Valenciana .

Oggi si sa che “è un  problema neuroimmune . Tutto suggerisce che ci sia un’alterazione nei meccanismi di difesa del corpo. Non è reumatico, come si credeva prima “, afferma il dottor Gómez. Sebbene si possa pensare che il dolore sia la fonte di altri sintomi, come scarsa concentrazione, stress o depressione, non sono correlati. “I problemi mentali, così come quelli della memoria e della concentrazione, sono indipendenti l’uno dall’altro. In effetti, ci sono quelli che hanno molto dolore e non hanno la depressione, e viceversa “, afferma il dottor Gómez.

PUBBLICITÀ

Come la consapevolezza aiuta con i sintomi della fibromialgia

Il sintomo principale della fibromialgia è il dolore diffuso in tutto il corpo, ma soprattutto concentrato nei punti dolenti  della fibromialgia . Ma non è l’unico: stress, insonnia, mancanza di concentrazione e memoria … “Non ci sono studi scientifici con un’ampia popolazione di pazienti e placebo sull’efficacia della consapevolezza, ma nella consultazione molti pazienti dicono che li  aiuta a convivere con la malattia “, afferma il Dr. José María Gómez, neurologo e coordinatore dell’Unità di Fibromialgia dell’Ospedale Universitario Quirónsalud di Madrid.

Ad esempio, una revisione della ricerca per trattare la sindrome fibromialgica con la consapevolezza, pubblicata sul Journal of Psychosomatic Research, è stata condotta presso l’Università di Duisburg-Essen (Germania)  ,  concentrandosi principalmente sulla qualità della vita e sul dolore sperimentato dai pazienti. malato. Sono stati trovati sei studi con un totale di 674 pazienti con sindrome fibromialgica. I risultati hanno mostrato che potrebbe essere utile, ma che sono necessari ulteriori studi per formulare una raccomandazione conclusiva.

PUBBLICITÀ

“Non elimina la loro malattia né li curerà. Non cambia il decorso della malattia, ma li  aiuta a convivere con i sintomi  che hanno e che li accompagnano per tutta la vita “, aggiunge il neurologo dell’Ospedale Universitario di Quirónsalud.

In definitiva, è così che può aiutare alcune persone ad affrontare alcune di queste manifestazioni di fibromialgia: 

  • Mitigare l’impatto psicologico del dolore Il dolore “è un’esperienza complessa. Non è solo il segnale fisiologico periferico che appare dopo un infortunio o un’infiammazione. È modulato da fattori psicologici emotivi che influenzano la trasmissione dei segnali di dolore “, spiega Paloma Barjola. I pensieri negativi (come pensare a cosa mi ferisce o cosa farà male se faccio qualche attività) aumentano la sensazione di dolore. Con la consapevolezza queste idee negative vengono identificate, ma il paziente non ne rimane  coinvolto a loro. “Se sai che questi pensieri sono il frutto della tua mente, che non hanno nulla a che fare con la realtà, la prendi in modo diverso”, aggiunge. I pensieri negativi aumentano la sensazione di dolore. Con la consapevolezza, il paziente con fibromialgia identifica quelle idee negative e quando capisce che non hanno nulla a che fare con la realtà, le prende in un modo diverso. , l’intensità diminuisce. È un circolo vizioso, in questo caso positivo, e con una spiegazione biologica: si basa sui meccanismi discendenti  dell’analgesia endogena“, Afferma Paloma Barjola. L’analgesia endogena, cioè quella prodotta dal nostro stesso organismo, consiste in una serie di meccanismi neurali che invece di andare dal sito della lesione al cervello, passano dal cervello al midollo spinale. Dà luogo al rilascio, tra le altre sostanze analgesiche, di endorfine, che alleviano il dolore.
  • Concentrare la mente per affrontare lo stress “Lo stress accelera i sintomi della fibromialgia”, spiega il dottor Vicente Palop, capo della consultazione sulla fibromialgia presso l’Hospital de Dénia (Alicante). E una delle cause di questo stress è qualcosa che tutti noi facciamo spesso: pensare a più cose contemporaneamente – cosa preparare il cibo per il giorno successivo, cosa rispondere a un collega per un malinteso il giorno prima, se andiamo trovare parcheggio una volta giunti a destinazione… -. Secondo il dottor Palop, hanno scoperto che i pazienti con fibromialgia sono caratterizzati da  una mente libera
     . “E questa è una macchina che crea stress”, dice sulla rivista  ScienceNel 2010 hanno pubblicato un esperimento all’Università di Harvard (USA) in cui hanno dimostrato che le persone che hanno una mente più dispersa, cioè che passano da un pensiero all’altro e non si concentrano, erano quelle che avevano di più stress e ansia. “Ecco perché insegniamo loro ad avere momenti  lenti  [lentamente, in inglese]. Sono quando ci incontriamo per mangiare con qualcuno che apprezziamo e improvvisamente è diventata notte. In quel tempo, abbiamo dimenticato tutto. È una forma indiretta di consapevolezza che indirizza l’attenzione al momento presente ”, aggiunge il Dr. Palop.
  • Allevia i sintomi depressivi La depressione è un altro dei sintomi della fibromialgia, ma come spiega il professor Paloma Barjola, “non è una depressione maggiore o un disturbo psicologico affettivo. Nella fibromialgia, la depressione ha le sue caratteristiche: è associata al dolore. Questo ha le sue basi fisiologiche. Le reti neurali che trasmettono dolore al cervello condividono aree con reti di elaborazione emotiva. Dolore e depressione, quindi, sono associati. ”Un articolo pubblicato su  Arthritis Care and Research dell’Università di Louisville (USA) ha dimostrato che la consapevolezza allevia i sintomi depressivi nei pazienti. È stato condotto con 91 partecipanti e lo studio è durato otto settimane. Un altro studio condotto presso l’Università di Castilla-La Mancha, pubblicato su  Cognitive Therapy and Research  con 33 pazienti con diagnosi di fibromialgia, ha sottolineato che la consapevolezza aiuta a ridurre i sintomi depressivi, ma non sono stati riscontrati cambiamenti nell’intensità del dolore.
  • Aiuta con l’insonnia In uno studio condotto in Finlandia, pubblicato su   Clinical and Experimental Rheumatology Si noti che il 44,4% dei pazienti con fibromialgia soffre di questo disturbo del sonno. Alcune teorie associano addirittura l’insorgenza della fibromialgia a problemi di sonno. “A livello fisiologico, c’è una risposta alterata nel sistema nervoso centrale. Sono associati ”, afferma Paloma Barjola. Potresti pensare che il dolore provochi problemi ad addormentarsi. Ma, come il resto dei sintomi della fibromialgia, l’insonnia ha una sua identità: la Mindfulness, secondo il professor Paloma Barjola, consente a chi soffre di fibromialgia di superare i problemi del sonno. “Il paziente, potendo rilassarsi di più e avere meno pensieri negativi, sperimenta un miglioramento della qualità del sonno”, spiega.
  • Fermare le alterazioni cognitive Le persone con fibromialgia sono caratterizzate da problemi di attenzione, concentrazione e memoria. “Anche i pazienti dicono che le alterazioni cognitive li rendono incapaci più del dolore perché non possono seguire un film o un libro, dimenticano le cose”, dice il professore di psicobiologia. “Molte aree coinvolte nell’elaborazione del dolore sono le stesse che vengono messe in atto quando si eseguono compiti cognitivi, che richiedono attenzione. Condividendo queste reti, quando alcune vengono deregolamentate, tutte vengono deregolamentate. Va tutto insieme “, aggiunge.” Ma finora non ci sono quasi studi sui benefici della consapevolezza nei disturbi cognitivi dovuti alla fibromialgia. Se capiamo che ci aiuta a concentrarci sul momento presente, tralasciando i pensieri negativi, è logico pensare che le capacità di attenzione miglioreranno. Ed è quello che vogliamo verificare in uno studio che stiamo conducendo ”, ci informa Paloma Barjola.

Vantaggi della consapevolezza per i pazienti con fibromialgia

Di seguito riassumiamo i principali vantaggi della pratica della consapevolezza per le persone con fibromialgia:

  • Il paziente prende il controllo della sua malattia:  “quei pazienti che sono potenziati dalla malattia, la conoscono e conoscono i meccanismi che la peggiorano, possono accettarla e dominare i limiti che ha”, afferma il dottor Vicente Palop.
  • Rafforzare i pensieri positivi:  “Le esperienze negative ci fanno provare più dolore”, afferma il dott. Palop. Le persone con fibromialgia hanno molte emozioni negative a causa della mancanza di comprensione del sistema sanitario, della società, del mondo del lavoro. Sono arrabbiati e arrabbiati, tristi, depressi, hanno paura di non riuscire a dormire. È stato dimostrato che favorire le emozioni positive migliorerà notevolmente l’effetto sulla malattia.
  • Non è un trattamento farmacologico: i trattamenti  farmacologici per la fibromialgia si sono dimostrati inefficaci. “Nessun trattamento ha mostrato un miglioramento a lungo termine della malattia”, afferma il dottor Gómez. “In effetti, raccomando meno farmaci, meglio è”, aggiunge.

Svantaggi della consapevolezza per i pazienti con fibromialgia

La pratica della minflulness presenta anche alcuni inconvenienti per i pazienti con fibromialgia, come ad esempio:

  • Hai bisogno di un apprendistato.
  • Non è una soluzione rapida: i risultati possono iniziare a essere notati due, tre o quattro settimane dopo aver iniziato a praticarlo.
  • Per mantenere il miglioramento, devi praticare la consapevolezza ogni giorno, per almeno 20 minuti. “Devi dedicare tempo e impegno. Se non viene praticato quotidianamente, non otterrà benefici ”, afferma Paloma Barjola.
  • Alcuni studi dimostrano che i benefici svaniscono nel tempo. “I benefici si mantengono mentre si pratica la consapevolezza, e una volta interrotti gli studi si dice che dopo sei mesi alcuni si conservano, ma scompaiono”, dice Paloma Barjola.

47 thoughts on “Fibromialgia e consapevolezza, aiutano ad alleviare i sintomi?

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *