Fibromialgia: cos’è e quali sono i suoi sintomi

fibromialgia

Contenuto dell’articolo

  • Principali sintomi
  • Diagnosi e trattamento

La fibromialgia è una malattia che soffre il 3% delle persone in Spagna. Non presenta rischi per la vita ed è riconosciuto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) dal 1992. È la seconda causa di consultazione con il reumatologo e consiste in dolori muscoloscheletrici generalizzati, sia muscolari che legamentosi e tendinei, senza causa conosciuto. Le persone che ne soffrono sono estremamente sensibili alla pressione in alcuni punti del corpo, chiamati punti dolenti. Colpisce più donne di mezza età, tra i 30 ei 50 anni.

Principali sintomi

Il sintomo principale è il  dolore  causato da stimoli che non dovrebbero causare disagio. Si manifesta in vari modi: a volte è diffuso, interessando quasi tutto il corpo, e altre volte si concentra su un’area specifica come la colonna vertebrale, la spalla o il collo, diffondendosi poi ad altre zone. Chi soffre di questa patologia sente che il dolore varia a seconda dell’ora del giorno, del tempo atmosferico, dello stress o dell’attività che intende svolgere.

La sindrome fibromialgica produce stanchezza o affaticamento cronico, impedendo un buon sonno notturno nell’80% dei casi. Provoca rigidità in tutto il corpo e impedisce al paziente di alzarsi dal letto al mattino. Produce anche la sensazione di infiammazione alle mani e ai piedi e formicolio alle mani, dolore durante le mestruazioni e intestino irritabile, tra gli altri sintomi.

La fibromialgia non ha una causa nota, sebbene si sospetti che possano esserci fattori scatenanti come aver subito un’infezione batterica o virale, un forte incidente o avere una malattia autoimmune come il lupus o l’artrite reumatoide. La Società Spagnola di Reumatologia ricorda che è una malattia cronica che causa focolai, che compaiono di fronte a sforzi eccessivi, cambiamenti climatici o stati di ansia o depressione. Qualsiasi situazione stressante, fisica o emotiva, può innescarla.

Diagnosi e trattamento

La sua diagnosi a volte è complicata. Viene eseguito attraverso l’esame obiettivo, che viene eseguito dallo specialista, e le informazioni sui sintomi trasmessi dal paziente. Le persone con fibromialgia hanno una maggiore facilità che la pelle diventi rossa, dopo aver premuto qualsiasi punto del corpo con il dito, poiché hanno alterazioni per regolare i sistemi di afflusso di sangue alla pelle. Non ci sono test diagnostici che aiutano a identificare la fibromialgia, quindi non è necessario eseguire raggi X, risonanza magnetica o test di laboratorio.

Questa malattia reumatologica non può  essere curata , ma un trattamento adeguato migliora i sintomi, consentendo alla persona di avere una qualità di vita accettabile. Per questo motivo è importante conoscere la natura della malattia e quali fattori hanno scatenato i focolai, al fine di prescrivere un trattamento per disturbi associati come ansia e depressione. Un esercizio fisico delicato svolto quotidianamente aiuta a migliorare la salute generale.

Gli antidolorifici riducono il dolore, ma dovrebbero essere presi solo quando il medico te lo dice. Anche i miorilassanti sono efficaci in brevi periodi, così come gli antidepressivi, che aumentano i livelli di serotonina e migliorano i sintomi della malattia.

29 thoughts on “Fibromialgia: cos’è e quali sono i suoi sintomi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *