Basta con la FIBROMIALGIA… Non vogliamo avere anche altri problemi al cervello! Come evitarlo?

La relazione tra salute del cervello ed esercizio fisico si sta facendo sempre più stretta. Diversi studi hanno già dimostrato che il  sollevamento pesi aiuta ad evitare  malattie neurologiche , oppure che “lavorando” i muscoli delle gambe,  mantiene i neuroni nella loro pienezza.
Un’indagine, pubblicata sulla “ American Academy of Neurology “, ha indagato  la relazione tra condizioni fisiche e dimensioni del cervello. Il lavoro è stato condotto su 1.583 persone di 40 anni che non avevano alcuna malattia. I partecipanti sono stati sottoposti a un test su un nastro, che è stato ripetuto due decenni dopo e poi hanno avuto la scansione del loro cervello. Lo studio ha rivelato che le  persone con prestazioni scadenti sul nastro – che non avevano l’abitudine di fare esercizio –  avevano cervelli più piccoli rispetto a vent’anni fa. Inoltre, sono stati trovati due gruppi tra quelli con basse prestazioni: 1-  Coloro che  non  avevano problemi cardiaci e, quindi, non utilizzavano farmaci per la pressione sanguigna: avevano l’equivalente di un anno di invecchiamento accelerato del cervello .

2-  D’altra parte, coloro che  avevano  problemi cardiaci o usavano farmaci: avevano l’equivalente di due anni di invecchiamento cerebrale accelerato. “Abbiamo trovato una correlazione diretta nel nostro studio  tra l’essere fuori forma e il volume del cervello decenni dopo . Siamo stati in grado di vedere come questo ha  prodotto un invecchiamento cerebrale accelerato “, ha spiegato Spartano della Boston University School of Medicine.
Spartano ha inoltre aggiunto che essere in forma nella mezza età  “può essere particolarmente importante per milioni di persone in tutto il mondo, che già mostrano segni di malattie cardiache”

 .
La capacità di esercizio di ogni persona è stata misurata nel tempo in cui ha resistito sul tapis roulant, prima che la sua frequenza cardiaca raggiungesse un certo livello. I ricercatori hanno misurato la frequenza cardiaca e la pressione sanguigna in diverse fasi per avere una buona visione di livello di forma fisica di ogni partecipante.
I ricercatori hanno anche scoperto che le  persone con ipertensione e frequenza cardiaca durante l’esercizio avevano maggiori probabilità di avere cervelli più piccoli 20 anni dopo.
“Generalmente le persone povere  hanno la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca più elevate a bassi livelli di esercizio , rispetto alle  persone che si esercitano più spesso “, ha detto Spartano.
“L’esistenza di un’associazione tra attività fisica e dimensioni del cervello è stata dimostrata nel corso degli anni”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *